DANIEL GARDINER

Bristol, REGNO UNITO

Gardiner ha un'interessante mente creativa in grado di esplorare sia l'interiorità che l'ambiente umano. Il suo lavoro è profondamente influenzato dalla cultura punk e da artisti visivi come Jean-Michel Basquiat e Kurt Schwitters. Adottando le innovazioni introdotte dal Dadaismo e dalla Street Art, l'artista propone una nuova forma di primitivismo, che prende forma attraverso collage contemporanei e illustrazioni infantili. Determinato a comunicare le sue più intime visioni del mondo, Daniel affronta i temi della salute mentale, dei cambiamenti climatici, delle ingiustizie e delle attuali questioni politiche. Il connubio tra l’espressività infantile e una matura consapevolezza del mondo caratterizza l’intera opera di Gardiner. Esplicitamente influenzato dalla street art, l'artista inglese è un franco narratore della nostra epoca. Il suo approccio creativo è in grado di esplorare la comunicabilità infantile attraverso una razionalità adulta. Gardiner, infatti, sceglie di servirsi di un intimo linguaggio primordiale per affrontare tematiche d’attualità di grande rilievo. Il mondo è sia il pubblico che il protagonista. Non ci sono limiti geografici per interessarsi alla sua arte. Il linguaggio è puro, l'argomento è universale.