La mia lingua è l'arte. Un'intervista a Jacob von Sternberg