Paul Durand-Ruel. I Mercanti d'Arte

Il sistema dell’arte contemporanea iniziò a delinearsi nella seconda metà dell’Ottocento. La nascita di un mercato indipendente dal rigore dell’Accademia vide tra i suoi artefici il parigino Paul Durand-Ruel. Nato nella capitale francese, l’imprenditore entrò in contatto con l’arte attraverso l’azienda di famiglia. Il padre Jean Marie Fortuné Durand e la madre Marie Ferdinande Ruel aprirono infatti una piccola bottega in cui venivano messe in mostra opere dei maestri della scuola di Barbizon, tra cui Jean-Baptiste-Camille Corot.


Paul rilevò l’attività dei genitori nel 1865, due anni prima del trasferimento della galleria al numero 16 di rue Lafitte. Lo scandalo suscitato dalla Colazione sull’Erba di Manet aveva dato origine a un evento collaterale al consueto Salon parigino, ponendo le basi per la nascita del movimento che taglierà definitivamente ogni legame con il mondo accademico: l’Impressionismo.


Inizialmente orientato verso il lavoro di maestri conclamati, tra cui si ricordano, oltre al già citato Corot, Théodore Rousseau, Jean-François Millet, Eugéne Delacroix e Gustave Courbet, Durand-Ruel cedette al fascino dell’antiaccademismo in